Mitica giornata di trasporto pubblico.

28 giugno ore 09:40 circa. Linea gialla della metropolitana, fermata Duomo
28 giugno ore 12:40 circa. Autobus 91, fermata Tertulliano.
28 giugno ore 13:00. Linea verde della metropolitana, fermata Loreto

Alla fermata di Lotto della linea rossa non sanno dirmi se gli impianti verticali (ascensori) alla fermata di Lodi della linea gialla sono attivi. Arrivato a Duomo mi comunicano che a Lodi l’ascensore per l’esterno è guasto.

L’operatore di stazione mi accompagna al treno per mettere la pedana affinché io possa entrare. Dopo essere entrato mi accorgo che la porta da cui dovrò uscire è fuori servizio. Farò le gimcane per spostarmi ad un’altra uscita.

Scendo a Porta Romana, la fermata prima. Vado in carrozzina e motoretta a destinazione.

Alle 12:00 finisco il lavoro fotografico con i modelli. Devo prendere l’autobus 91. Non c’è una pensilina che si allarghi sulla carreggiata. L’autobus non può parcheggiare di fianco al marciapiede. In queste condizioni la pedana manuale di cui sono dotati gli autobus diventa troppo ripida e pericolosa per chi è in carrozzina. Mi aiuta ad entrare l’autista e un suo collega. Grandi applausi dai passeggeri per la simpatia e la disponibilità. Arrivo a Loreto. Mi fermerò lì a pranzo con un amico. Riprenderò la metropolitana per tornare a casa.

Ma la realtà supera la fantasia. Scopro immediatamente che l’ascensore di Loreto è fuori servizio. Cerco di aiutare un ragazzo peruviano in carrozzina che si trova nei guai. Ha entrambi gli arti amputati, deve andare a Sesto Rondò. Chiamo il servizio ATM, non sanno darmi percorsi alternativi credibili.
Dopo pranzo farò due fermate sotto il sole con la mia motoretta per raggiungere la fermata di Porta Venezia. Salto quella di Lima c’è perché là non c’è ascensore e neanche il montascale. A Porta Venezia troverò il monta scale.
Difficile viaggiare se gli impianti sono obsoleti e la manutenzione ordinaria non viene effettuata tempestivamente e adeguatamente. Temo che neanche i nuovi ascensori, del resto solo annunciati, risolveranno i problemi.